PCTO

Referente PCTO a.s. 2020/21

Prof.ssa Maria Mogavero - Percorsi Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO)

LINEE GUIDA

DALL’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL) AI PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO (PCTO) - iter normativo

Le fonti normative che hanno introdotto e disciplinato questi percorsi prima denominati come Alternanza Scuola-Lavoro sono l'art. 4 della Legge 53/2003 e il D.Lgs 77/2005, come metodologia didattica nel Sistema d'Istruzione.

Questa metodologia è stata consolidata con il D.L. 104/2013 con lo scopo di facilitare il rapporto tra scuola e il mondo del lavoro, ponendo l'accento sulla funzione orientativa.

La legge 107/2015 ha ribadito l'importanza di affiancare al saper il saper fare e ha disciplinato l'alternanza negli Istituti Superori, stabilendo il monte ore minimo e l'obbligatorietà nei licei invece la conferma per gli Istituti Tecnici e Professionali.

Il D.Lgs 219/2016 ha istituto il Registro Nazionale per l'Alternanza e il D.Lgs 62/2017 ha inserito durante all'Esame di Stato del Secondo Ciclo di Studio com argomento di discussione al colloquio l'esperienza maturata durante l'Alternanza.

Con il D.M.195/2017 viene pubblicata la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in ASL. Esso disciplina i percorsi di alternanza e quelli che sono i diritti e i doveri degli studenti interessati, in particolare definisce le disposizioni in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

La recente Legge 145/2018 ha previsto una variazione nel nome dei percorsi di alternanza scuola lavoro in "Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO)" e viene rimodulata la durata dei percorsi e delle risorse finanziarie. Le nuove linee guida per i PCTO sono state pubblicate con il D.M. 774/2019.

FINALITÀ DEI PCTO

Finalità dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento: formazione integrale della persona e del sé in qualsiasi modalità (quindi, invero, non solo attraverso i PCTO ma grazie a tutto il lavoro educativo e formativo) e in qualsiasi contesto (non solo relativamente alla dimensione lavorativa e occupazionale).

I PCTO rappresentano un’occasione preziosa in cui crescere, comprendere l’utilità del proprio curricolo, utilizzare quanto appreso ma apprendere anche altro, scegliere e agire responsabilmente. In un’ottica di “apprendimento permanente”, continuando quel processo educativo e formativo che consente di “migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva personale, civica, sociale e occupazionale” (L 92 del 28.06.2012, articolo 4, comma 51).